mercoledì 23 novembre 2011

La paella


Questa ricetta è per mio marito , tifoso del Milan.
Questa sera infatti la sua squadra gioca un'importante partita di Champions League contro il Barcellona..Ho pensato allora di preparare questo famoso piatto spagnolo e dedicare la ricetta a lui, sperando in una vittoria della sua squadra!


La paella è un piatto della tradizione spagnola  nato a Valencia , il nome deriva dal termine "patella"  cioè il tegame in ferro largo e poco profondo dove veniva - e viene tutt'oggi - cucinata.

Nasce come un piatto povero , veniva preparato con quello che si aveva a disposizione. Per questo è difficile rintracciare una ricetta originale , dopo alcune ricerche questa è la mia versione:

  • 300 gr riso vialone nano "la pila"
  • 250 gr cozze/vongole
  • 200 gr calamari
  • 1/2 kg gamberi
  • 1 peperone rosso
  • 2 petti di pollo
  • 200 gr piselli
  • passata di pomodoro
  • 3 gocce aroma allo zafferano "flavour art"
  • qb olio evo "Dante"
  • 1 scalogno
  • qb vino bianco
  • qb sale e pepe
  • peperoncino (se piace)

La ricetta non è difficile , la difficoltà secondo me è solo nell'utilizzo di molti ingredienti con diversi tempi e modi di cottura.

Come prima cosa pulire le cozze e le vongole  ,lavarle e farle aprire in una padella senza nulla. Toglierne metà dal guscio.


Lavare i calamari,pilirli e tagliarli ad anelli. I miei erano congelati , in questo caso li ho prima fatti scongelare sotto l'aqua corrente.


Lavare anche il peperone e tagliarlo a cubetti,fare la stessa cosa con i petti di pollo.

A questo punto abbiamo tutti gli ingredienti per iniziare la cottura.

Prendiamo una padella che assomigli il più possibile alla "paella valenciana" , se poi ce l'avete meglio ancora.


Facciamo soffriggere lo scalogno tagliato finemente in poco olio evo , unite i peperoni e fateli insaporire , poi aggiungete il pollo e fatelo dorare su tutti i lati.

Aggiungete il riso , i calamari e sfumate con il vino bianco, aggiungete lo zafferano.

Appena il vino sarà evaporato aggiungete la passata di pomodoro e fatela restringere , impiegherà più o meno 5 min. A questo punto unire i gamberi e continuate la cottura per 8 min. circa.

A cottura quasi ultimata non resta che unire i piselli (se li avete congelati vi consiglio di farli bollire per qualche minuto in acqua calda prima di aggiungerli) e le cozze.

Salate solo in ultimo.

Servite calda , nella padella con una generosa dose di prezzemolo.


Alcune riflessioni:

  • il riso non deve asciugare troppo ma risultare umido , durante la cottura se ce ne fosse bisogno aggiungere qualche mestolo d'acqua (come ho fatto io) anche se l'ideale - se avete il tempo di farlo - sarebbe usare un fumetto di pesce.
  • il sapore del peperone è abbastanza pronunciato , se pensate che non vi piaccia dimezzate la dose mettendo metà peperone e non tutto.
  • in alcune ricette che ho visto veniva usata anche la salsiccia che veniva aperta e soffritta all'inizio con l peperone e il pollo,potete provare.

Buon appetito!

3 commenti:

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

molto buona la paella una lunga cottura ma ne vale la pena..
anche io qualche giorno fa ho postato la paella e davvero eccezionale...
complimenti ...
lia

Laura ha detto...

Che buona!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Emanuela - Pane, burro e alici ha detto...

Ma che bella! E' invitantissima! Immagino che profumo! ciao