giovedì 25 novembre 2010

Pizza - impasto base


Oggi...pizza!

le dosi sono quelle di 1 pizza in teglia..
vi svelero' alcuni segretucci ai quali sono arrivata nel corso degli anni,dopo moltissime prove..

Nessun impasto della pizza,trovato su internet o sui ricettari,mi ha mai soddisfatto pienamente,allora ho iniziato a sperimentare..

Premetto che a noi piace la pizza medio-alta croccante sotto ma morbida all'interno,la morbidezza sara' data dai fiocchi di patate che aggiungeremo all'impasto,quelli che si usano per fare il pure',la croccantezza dall'olio che ungera' la teglia e dalla farina di grano duro presente (anche se in minima parte) nell'impasto.

Iniziamo:
  • 500 gr farina 00
  • 2/3 cucch. farina di grano duro
  • una presa generosa (ma dipende dai gusti!) di sale
  • un cucch. fiocchi di pure'
  • 1/2 cubetto lievito di birra
  • acqua qb
io lavoro l'impasto in planetaria con il gancio ad uncino:
comincio a mettere l'acqua e il lievito,
una volta che il lievito si sara' sciolto aggiungo meta' della farina,i fiocchi di pure' ed il sale,faccio lavorare la planetaria fino a che si sara' creata una pastella senza grumi e aggiungo il resto della farina (ricordiamoci che il sale deve sempre essere aggiunto lontano dal lievito o rallentera' la lievitazione!).
Da quando l'impasto si stacca dalle pareti della planetaria lascio impastare 4/5 min.

Questo tempo conferisce la giusta elasticita' all'impasto ma risultera' ancora molto "grezzo" al tatto.
Quindi tolgo l'impasto dalla planetaria e lo lavoro a mano aiutandomi con la farina di grano duro.

A questo punto lascio riposare l'impasto 30 min sulla spianatoia coperto con un canovaccio.

Trascorsi i 30 min lo impasto nuovamente a mano e lo metto a lievitare fino al raddoppio.

Appena accendo il forno - impieghera' circa 30 min il forno elettrico ad arrivare alla max temperatura - stendo l'impasto nella teglia cercando di sgonfiarlo il meno possibile,per questo motivo lo lavoro con le mani e non col mattarello,

condisco a piacere e inforno..

Il tempo di cottura dipende dallo spessore della pizza e dalla max temperatura che il vostro forno riesce a raggiundere.

Provare per credere..vi assicuro che e' piu' facile a dirsi che a farsi..


venerdì 22 ottobre 2010

Bomboloni alla nutella

Un classico dei dolci fritti,da riempire anche con crema pasticcera anche se secondo me con la nutella sono imbattibili :)
Questa ricetta mi e' stata data ma era da fare col bimby.
Io l'ho riadattata anche per chi il bimby non ce l'ha.Vi assicuro che vengono proprio come quelle del bar.
Occorrono:
  • 200 gr di farina 00
  • 60 gr farina manitoba
  • 1 uovo
  • 30 gr zucchero
  • 30 gr olio di semi di girasole
  • 140 gr di latte bollente
  • 30 gr fiocchi di patate
  • 10 gr lievito di birra + 1 cucch di latte per scioglierlo
  • 1 pizzico di sale
  • un bicchierino di liquore (oppure vanillina)
Nel latte bollente sciogliere i fiocchi di patate.
A parte mescolare lo zucchero,l'uovo,l'olio e il lievito sciolto nel latte.
Unire le farine,il sale,il liquore e i fiocchi di patate sciolti nel latte.
Risultera' un impasto morbido ed elastico.
Far lievitare dino al raddoppio.
Una volta che l'impasto sara' lievitato formare con le mani delle ciambelline che dovranno nuovamente lievievitare fino al raddoppio.
Friggerle in abbondante olio caldo e farle raffreddare dopo averle appoggiate su carta da cucina in modo da assorbire l'olio in eccesso.
Riempire a piacere e spolverarle di zucchero a velo.
Buon appetito :)

martedì 19 ottobre 2010

Lievito madre - come partire

Esistono diversi metodi per far partire il lievito madre.
Questo e' il mio che e' molto semplice ed efficace.

  • 130 gr farina di semola di grano duro
  • 80 gr acqua
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaio di yogurt
In un barattolo di vetro unire gli ingredienti e dare una mescolata col cucchiaio.Lasciar riposare 48 ore.
Trascorse queste inizierete a vedere delle bollicine (segno che la fermentazione e' partita) ma e' ancora troppo debole,dobbiamo iniziare a "nutrire" il nosto lievito.
Per 7 gg dobbiamo seguire questa precedura:
Dal nostro lievito togliamo 100 gr e uniamo 50 gr di farina e 40 di acqua.Il lostro lievito sara' pronto quando raddoppiera' di volume in max 4 ore.A questo punto possiamo procedere con i rinfreschi:
per ogni gr di farina aggiungiamo stesso peso di farina e meta' di acqua.Ad esempio se abbiamo 100 gr di lievito lo dovremmo rinfrescare unendo 100 gr di farina e 50 gr di acqua.
I rinfreschi vanno fatti ogni 3-4 gg se teniamo il lievito in dispensa e ogni 5-6 gg se teniamo il lievito in frigo.
Ovviamente per evitare di trovarci con kg di lievito ad ogni rinfresco ne togliamo un pezzo che useremo per le nostre preparazioni.
Il lievito va usato quando e' in forza cioe' quando sara' raddoppiato di volume.
Va sottolineato che il lievito madre e' molto influenzato da fattori quali:la temparatura,la presenza di "lieviti" nell'aria,l'umidita' della casa.
Il mio consiglio e' di attenervi a quanto vi ho detto non in modo schematico ma di buttarvi e provare,imparerete a conoscere il vostro lievito e saprete dargli quello di cui ha bisogno :)

Cos'è il lievito madre ?

Fino alla meta' dell'800 il lievito di birra non era conosciuto,si usava il lievito madre nelle panetterie come a casa.
Oggi fare il pane in casa viene considerato qualcosa di difficile ma basta pensare che e' quello che le nostre nonne e le nonne delle nostre nonne facevano abitualmente,garentendo a tutta la famiglia un prodotto genuino.

MA CHE COS'E' IL LIEVITO MADRE?
Il lievito madre non e' altro che un impasto di acqua e farina lasciato riposare per un tempo piu' o meno lungo.In questo tempo si avvia una fermentazione dovuto allo sviluppo di microrganismi naturali presenti nell'aria.Questo opportunamente rinfrescato unito ad un altro impasto ne avvia la lievitazione grazie ad una "coltura di lieviti" che il lievito cattura nell'aria.

Un'impasto fatto utilizzando il lievito madre necessita di parecchie ore di lievitazione ma garantisce al prodotto una fragranza che si mantiene per diversi giorni.
In piu' rende i prodotti piu' leggeri e digeribili

lunedì 4 ottobre 2010

Lievito madre

GRANDE NOVITA' NELLA MIA CUCINA:


Ciao a tutti,
ecco la novita':E' NATO IL MIO LIEVITO MADRE!

E' ancora molto giovane e ha bisogno di molte cure e gia' sono partita con gli esperimenti :)
spero al piu' presto di farvi vedere tante belle cose fatte da me..

Per adesso vi mando un bacio e aspettatemi ;)

giovedì 5 agosto 2010

Torta di compleanno


Questa e' la torta che ho fatto per il compleanno del mio fratellino che ha compiuto 13 anni.
E' una base di pds con crema chantilly e crema al cioccolato,bagnata con alchermes e decorata con qualche ricciolino di panna (un po' ammaccata sul lato destro lungo il tragitto ;) )
Ho scelto una cialda della juve perchè mio fratello è un grande tifoso.

lunedì 21 giugno 2010

Rotolini di frittata al forno


Eccovi un contorno molto ricco e semplice da realizzare, che a mio avviso puo' essere anche presentato come un secondo o da portare se si viene inviatati a cena,non si sa cosa portare e con questo caldo non si vuole rischiare di fare pasticci.
PER I ROTOLINI (6 PERSONE)
  • 8 uova
  • grana grattuggiato
  • pepe nero
  • sale
Sbattere le uova con una forchetta e unire gli altri ingredienti.
Trasferire il composto in una teglia dai bordi alti rettangolare e infornare.
Vi propongo 2 tipi di cottura:
FORNO A MICROONDE
Cuocere funzione crisp punzecchiando spesso con una forchetta perche' la frittata tendera' a fare delle bolle.Il tempo di cottura e' orientativo in base a quanto sara' alta la vostra frittata.
FORNO TRADIZIONALE
Cuocere a 180° per 15 min.Anche qui il tempo di cottura e' orientativo.
PER IL RIPIENO
  • pesto
  • pomodorini
  • tonno
  • prosciutto
  • sottilette
  • melanzane sott'olio
La mia ovviamente e' solo un idea,voi potete dare spazio alla vostra fantasia.
Una volta cotta la frittata avvolgetela in un canovaccio e fatela raffreddare un po' in frigorifero, poi farcitela a pèiacere e tagliate dei rotolini.
Un idea carina e' servirla,come ho fatto io,su un letto di pomodori tagliati a rondelle e bagnati con un po' d'olio e.v.o e foglioline di basilico.
n.b:come si puo' notare la frittata e' stata cotta in forno,risultera' quindi piu' leggera di una frittata fritta :)

domenica 20 giugno 2010

Torta Anniversario


Ciao a tutti,dopo un po' di tempo torno a postare qualche ricettina..
Non pensiate che in questo periodo non abbia cucinato eh..
anzi..proprio per le tante cose che ho fatto non trovavo il tempo di sedermi un po' al pc..
Questa e' la torta che ho fatto in occasione del mio anniversario di matrimonio.
Si tratta di un pan di spagna farcito con crema pasticcera al cioccolato (si tratta di fare una semplice crema pasticcera e aggiungere del cacao) e bagnato con dell'alchermes bianco.
La copertura e' fatta con della pasta di zucchero e spolverata con cacao in polvere.
I lati poi li ho rifiniti con dei ricciolini di crema pasticcera al cioccolato.
mmm..davvero buona ;)

lunedì 17 maggio 2010

Torta al cioccolato senza burro nè uova

Se come me amate le torte al cioccolato umidose :) non potete perdervi questa ricetta anche perche' e' davvero molto semplice da fare e anche molto economica.
Gli ingredienti che occorrono le troviamo gia' nelle nostre dispense.
  • 200 gr farina 00
  • 250 gr zucchero
  • 75 gr cacao amaro
  • 450 gr latte
  • 40 gr olio di semi di girasole
  • 1 bustina di lievito per dolci
Mettere insieme gli ingredienti solidi e unire quelli liquidi..
Tutto qui..Si davvero,non sto scherzando..
Bastera' cuocerla in forno preriscaldato a 160° per 40 min.
Il risultato sara' una torta molto soffice e umida ottima da usare anche come base al posto del pds..

Crostata ai due sapori


Eccovi un modo alternativo di fare una crostata..
Non vi capita mai di preparare una crostata e poi sentirvi dire:"ma l'hai fatta alle fragole?non potevi farla con i limoni?ma sai che preferisco la nutella perche' c'hai messo la frutta?le arance non mi piacciono preferisco le ciliegie.."
Cosi' facendo potete accontentare piu' richieste..io ho alternato 2 marmellate ma si potrebbe fare ogni spicchio con una marmellata diversa..
Il procedimento della pasta frolla e' sempre il solito..
Le marmellate pero' sono a dare alla crostata un tocco in piu'..
MARMELLATA DI FRAGOLE
  • 1 kg fragole
  • 570 gr zucchero
  • 1 limone
Lavare le fragole,tagliarle a pezzettoni e metterle in un contenitore con la scorza e il succo del limone.
Sciogliere lo zucchero in mezzo bicchiere d'acqua e farlo bollire per 4-5 min.
Versare lo sciroppo ancora caldo sulle fragole e farle riposare per almeno un ora.
Cuocere la confettura a fuoco veloce per circa 40 min.
Prova piattino e direttamente nei vasetti calda.
Dopo un po inizierete a sentire i vari clap clap e sara' il segnale che il sottovuoto si sara' creato.
MARMELLATA DI LIMONI
  • 1/2 kg di limoni non trattati
  • zucchero
Lavare i limoni e cuocerli interi per 20 min,trascorsi questi cambiare l'acqua e cuocere per altri 20 min,cambiare l'acqua e ripetere per altri 20 min ma questa volta conservare l'acqua di cottura.
Tagliare i limoni grossolanamente e passarli col passaverdura a fori larghi.
Mettere il pure' ottenuto in una casseruola con la meta' del opeso di zucchero e un po' d'acqua di cottura (circa 500gr).
Cuocere per 15 min e invasare caldo.


domenica 2 maggio 2010

Torta per il mio compleanno

Questa e' la torta che ho fatto per il mio compleanno.
Erano (parlo al passato perche' e' gia' finita!) 3 kg di torta cosi' composta:

  • pan di spagna fatto con la mia solita ricetta
  • crema chantilly con piccoli pezzetti di fragole
  • pasta di zucchero per la copertura e la decorazione
  • panna
  • glassa reale per le farfalle
  • vermouth per la bagna
Il mio e' un blog di cucina, lo so ,ma oggi vorrei aprire una piccola parentesi che riguarda la mia vita.
Questo e' il primo compleanno senza mia mamma e non avrei mai voltuto che arrivasse...
Per me,fin da quando ero piccola,e' sempre stato un giorno di grandi aspettative e grandi preparativi.Iniziavo a pensarci mesi prima e insieme alla mia mamma pensavamo a tutto:gli invitati,gli addobbi..quest'anno sapevo che non sarebbe stato cosi'..ho passato gli ultimi giorni a piangere e a dire che quest'anno avrei voluto stare da sola,che mi sarei voluta dimenticare che quello era il giorno del mio compleanno..
Invece..ho trascorso una bellissima giornata,tranquilla e per quello che e' possibile serena.
Per questo devo dire grazie a mio marito che mi ha fatto una sorpresa dietro l'altra per rendere questo giorno il piu' sereno possibile.
Anche se gia' avevo ricevuto il suo regalo di compleanno (il set professionale di bocchette da pasticceria,che tanto desideravo) mi son vista recapitare a casa un meraviglioso mazzo di rose con un figliettino:Auguri tesoro mio!Un altro sorriso mi e' scappato quando mi sono sentita dire:"Oggi e' il giorno del tuo compleanno e devi riposarti,oggi faccio tutto io..cucino,lavo i piatti.."cosi' e' stato..Ma la cosa piu' dolce secondo me e' stata la torta..parlavamo in questi giorni di come l'avrei voluta fare ma che era una tecnica difficile e non sapevo se ci sarei riuscita (parlo delle farfalle che vedete in glassa reale) beh lui e' andato in pasticceria e ha ordinato una torta con copertura in pasta di zucchero e glassa reale..e poi mi ha detto:"se non ti fosse riuscita saresti stata triste e non l'avrei mai voluto!!
Scusate se ho sfruttato questo spazio per dire queste cose ma voglio far sapere anche a voi che marito straordinario ho e quanto mi sa far sentire amata e mi sa stare vicino nel periodo piu' brutto della mia vita..
GRAZIE AMORE MIO..TI AMO!

lunedì 26 aprile 2010

Pizzette al microonde

Da quando ho fatto queste pizzette non ho piu' usato il forno tradizionale.
I vantaggi sono moltissimi:come prima cosa non si deve preriscaldare il forno,il tempo di cottura che e' di 12 min,il caldo quando si vogliono fare d'estate...
Si fa un normale impasto per la pizza.
  • 500 gr farina
  • 1/2 cubetto lievito
  • sale qb
Si lascia lievitare per 2/3 ore.
Non so se lo sapete ma il forno a microonde e' ottimo,se si ha poco tempo,per far lievitare l'impasto della pizza.Si inforna l'impasto per 1 min a 90 w.In questo modo si avvia la lievitazione e sara' sufficente far riposare l'impasto mezz'ora.
A questo punto si da forma alle pizzette.Ovviamente si possono fare anche delle pizze di forma tradizionale,ma io preferisco le pizzette perche' posso fare piu' gusti e accontentare piu' palati :)
Di solito faccio oltre la classicha margherita,quelle al tonno,ai peperoni,con patate fritte e wurstel,olive e mozzarella...ma potete farle come piu' vi piace.
Bastera' metterle sul piatto crisp e infornare per 12 min funzione crisp.

Cupcakes




In occasione del mio regalo di compleanno (il set di 52 bocchette per sac-a-poche) fatto da mio marito ho voluto fare questi cupcake americani..Il frosting (cioe' la copertura colorata che vedete) ha un sapore molto dolce,piaceranno molto ai bambini..

Potete sbizzarrirvi a decorarli come piu' vi piace.



PER I CUPCAKES

  • 115 gr burro morbido
  • 130 gr zucchero semolato
  • 3 uova
  • vaniglia
  • buccia di limone
  • 210 gr farina 00
  • 1 cucchiaino e 1/2 di lievito
  • un pizzico di sale
  • 60 ml latte

Battere a crema il burro con lo zucchero per almeno 5 min con uno sbattitore elettrico.

Ottenuta una crema bianca e soffice lasciare lo sbattitore elettrico e usare da ora in poi un cucchiaio di legno.

Aggiungere le uova una alla volta,aggiungere la farina,il lievito e il sale setacciandoli.

Infine aggiungere il latte a filo.

Riempire gli stampini per 3/4 e infornare a 180° per 20 min.

PER IL FROSTING

  • 100 gr burro morbido
  • 500 gr zucchero a velo
  • 5 cucch. panna liquida non zuccherata
  • 1 bustina vanillina

Sbattere con uno sbattitore elettrico per 10 min.

Ora potete colorarli a piacere e sbizzarrirvi nelle decorazioni.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Imma:i dolci piu' buoni del mondo!
http://2.bp.blogspot.com/_ixeOSi0Q-ao/SflDDZORFfI/AAAAAAAAByI/gEYVCMWhWKY/s1600-h/bunner+per+il+post.jpg

lunedì 19 aprile 2010

Risotto ai funghi al microonde


Provate questo risotto e non crederete ai vostri occhi.
Ha un gusto estremamente delicato.Nessuno credera' che sia stato cotto al microonde e neanche voi che non sarete state a girarlo e rigirarlo per paura che si attacchi e a controllare se occorre dell'altro brodo.Mettete tutti gli ingredienti in forno e lui fara' tutto da solo.
Ve lo consiglio in caso di ospiti improvvisi..Tutto in 15 min!
  • riso per risotti
  • cipolla
  • brodo
  • funghi
  • olio evo
  • vino bianco
Mettete in un contenitore adatto per la cottura al microonde la cipolla tagliata finemente e 2 cucchiai di olio evo.Mettere in microonde e far cuocere per 1 min a 750 w.
Trascorsi questi unire il riso,un bicchiere di vino bianco e i funghi.Far cuocere per 2 min a 750 w.
A questo punto versare il brodo che dovra' coprire interamente il riso e tenerne un po' da parte.
Cuocere sempre a 750 w per 15-18 min (controllate sulla confezione il tempo stimato di cottura rimanendo sempre qualche minuto indietro).
Trascorso il tempo assaggiare,se dovesse essere necessario prolungare la cottura per 1-2 min. diluendo con altro brodo.

Straccetti di carne su fondo di patate

Un secondo davvero molto gustoso con pochissimi ingredienti che a casa non mancano mai..
Io e mia mamma mangiammo questo piatto in un ristorante,ci piacque molto e dopo vari esperimenti siamo arrivate alla ricetta:
  • fettine di vitello tagliate sottili
  • patate
  • acqua
  • dado
  • farina
  • olio per friggere
Tagliare sottilmente le patate e friggerle in abbondante olio,nel frattempo fate dei tagli alla carne (per non farla gonfiare-un po' come facciamo con le cotolette) e infarinarla.
Appena si e' finito di friggere le patate mettere nella stessa padella le fettine e rigirarle velocemente - non dovranno cuocere molto altrimenti ne risentira' la morbidezza delle fettine che risulteranno gommose.
Preparare intanto una padella con l'acqua e il dado e mettere le fettine.
Fare andare per 15 minuti.
Servire mettendo le patate sul fondo,le fettine e sopra la sua salsina.Se si ha si possono mettere anche delle scaglie di parmigiano.

mercoledì 14 aprile 2010

Forno a microonde




Da oggi vorrei iniziare a postare delle ricette semplici,veloci e gustose col forno a microonde.

Fino a poco tempo lo usavo per riscaldare e scongelare ma da quando ho iniziato a cucinarci ho scoperto davvero un elettrodomestico indispensabile per la cucina.
Mi sembra giusto prima di inserire ricette darvi alcune dritte prese dal libro:Scuola di Cucina,microonde.

UN PO DI STORIA

Il forno a microonde nasce negli anni Cinquanta,prima negli Stati Uniti e poi in Giappone.In Italia si diffonde molto lentamente,col mutare dello stile di vita.

COME FUNZIONA?

Il forno a microonde si serve di onde elettromagnetiche - generate da una valvola,della Magnetron - che vengono riflesse dalle pareti e dallo sportello del forno e che penetrano nei recipienti senza alterarsi.Sono quindi assorbite dalle molecole d'acqua,di grasso e di zucchero.Le molecole,messe in forte attrito,generano il calore che cuoce gli alimenti.La cottura avviene per conduzione,dall'esterno dei cibi verso il loro interno.

I VANTAGGI
  1. Tempi brevi di cottura,facilita' d'uso e praticita';
  2. Risparmio energetico;
  3. Necessita' di un impiego ridotto di grassi e sale;
  4. Gli ingredienti mantengono il loro gusto,l'aroma e i valori nutrizionali;
  5. In particolare le verdure mantengono tutte le vitamine e i sali minerali grazie all'utilizzo di pochissima acqua;
  6. Non fuoriescono odori ne' calore;

CIBI SI E CIBI NO

E' l'ideale per

  1. pesce,compresi piccoli crostacei e molluschi;
  2. la carne,ricette che prevedono sughi e preparazioni in piccoli tagli;
  3. tutte le preparazioni morbide (sformati,paste al forno,frittate,creme e salse);
  4. verdure e frutta
  5. risotti

Non e' indicato per

  1. uova sode;
  2. crostacei interi grossi;
  3. pasta sfoglia.

CONTENITORI

Si possono usare:

  1. Vetro,pirex,vetro-ceramica;
  2. Ceramica e porcellana;
  3. Terracotta;
  4. Silicone.

E' bene non usare:

  1. Alluminio;
  2. Contenitori in melamina o polistirene;
  3. Stoviglie in metallo o con decorazioni metalliche;
  4. Cristallo;
  5. Piatti o stoviglie aggiustati con la colla.

Il cibo cuoce meglio in piatti o stoviglie rotonde perche' il calore raggiunge tutti i punti in modo omogeneo.Se si usa acqua preferire recipienti profondi perche' l'acqua aumenta di volume,lo stesso se si cuociono creme o salse.

SEGRETI E CONSIGLI

  1. PORZIONI E QUANTITA':e' preferibile che gli alimenti siano tagliati il piu' possibile uguali tra loro per una cottura uniforme e completa.
  2. DISPORRE IL CIBO:e' bene disporre la parte piu' sottile,delicata o meno densa degli alimenti verso il centro del contenitore.Gli alimenti devono essere disposti in un solo strato a cerchio,distanziandoli tra loro.
  3. TEMPERATURA DEL CIBO:piu' e' bassa la temperatura del forno,piu' lenta sara' la cottura o il riscaldamento dei cibi.
  4. FORARE IL CIBO:tutti gli alimenti con bucce o coperti da membrane (frutta intera,patate,pomodori,insaccati,tuorli d'uovo) vanno forati prima di iniziare la cottura per evitare che scoppino a causa dell'accumulo di calore.
  5. COPRIRE,AVVOLGERE,PROTEGGERE:Coprendo le preparazioni,il vapore ne favorisce la cottura rendendola piu' morbida,veloce e senza la dispersione di grassi.Non coprire invece cibi che devono avere un aspetto asciutto (pane,biscotti..),potete avvolgerli in carta assorbente per privarli dell'eccessiva umidita'.
  6. MESCOLARE E GIRARE:nel forno a microonde il cibo cuoce prima nei punti esterni e poi,piu' lentamente, al centro.E' bene quindi mescolare le pietanze ad intervalli regolari dall'esterno verso l'interno.

Spero di avervi fatto cosa gradita..A breve iniziero a postare le ricette.

lunedì 12 aprile 2010

Bouffet di Cresima


Sempre la cresima di mio marito..

PER I BISCOTTINI
  • 100 gr burro
  • 300 gr farina
  • 150 gr zucchero
  • 2 uova (1 intera-1 tuorlo)
  • scorza di 1 limone
  • vaniglia
Impastare gli ingredienti tra loro,si otterra' un impasto che dovra' riposare in frigorifero,coperto con della pellicola trasparente,per almeno 30 min.
I biscotti sono fatti di una semplice frolla che ho steso e fatto con gli stampini le forme che vedete.
Prima di infornare ho passato il dito su ciascun biscotto per fare una fossetta.
Li ho cotti in forno a 180° per 10 min.
Una volta cotti li ho fatti raffreddare e ho riempito le fossette con crema pasticcera classica e al cioccolato.
PER I MUFFIN
CLASSICI:
  • 300 gr farina
  • 200 gr zucchero
  • 60 gr burro
  • 3 uova
  • lievito per dolci
  • vanillina
  • latte (qb)
CIOCCOLATO
Aggiungere alla lista degli ingredienti 50 gr di cacao (poi dipende da quanto li volete cioccolatosi) e aumentate il latte per dare all'impasto una consistenza morbida.
Unire tutti gli ingredienti tra loro e cuocere i muffin in forno gia' caldo a 190° per 20 min.
Io li ho completati con granella di nocciole,zuccherini e crema.


Partecipo al contest


Torta Cresima



PER IL PAN DI SPAGNA
  • 10 uova
  • 250 gr zucchero
  • 250 gr farina
Sbattere le uova intere con lo zucchero per almeno 15 min con uno sbattitore elettrico.

Setacciare la farina e unirla al composto di uova e zucchero con un cucchiaio di legno,facendo attenzione a non smontare l'impasto.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30/40 min.

La bagna e' stata fatta con del Vermouth (qb) mentre la crema e':uno strato di crema pasticcera classica e uno di crema pasticcera al cioccolato.

Il decoro e' stato fatto con un ostia che raffigura i simboli della cresima e della panna montata.

Questa torta l'ho fatta ormai un anno fa in occasione della cresima di mio marito..quanti ricordi :)

giovedì 8 aprile 2010

Crema di limoncello


  • 1/2 litro latte scremato
  • 300 ml alcol
  • 1/2 litro panna per dolci
  • 600 gr zucchero
  • 1 bustina vaniglia
  • 4/5 limoni
Tagliare le bucce dei limoni (non il bianco,altrimenti si avra' una crema amara) e metterle nell'alcol.Dovranno riposare in un luogo fresco per 8/9 giorni.
Il 9° giorno scaldare il latte con la panna,lo zucchero e la vanillina.
Spegnere prima che inizi a bollire.
Lasciar raffreddare completamente e unire l'alcol filtrato.
Imbottigliare e lasciar riposare.
E' una crema molto aromatica e particolare per via della vaniglia,la panna la rende molto cremosa e smorza il sapore duro dell'alcol,consiglio di usare se possibile limoni biologici.
Io ne tengo sempre un po' in casa e riscuote sempre un grande successo tra i miei ospiti.
Si conserva in frigorifero.

La mia mamma

Mi hanno detto:"Ha smesso di soffrire"
Mi hanno detto:"Lei non vorrebbe questo"
Mi hanno detto:"Ora e' in un posto migliore"
Mamma..io questo non lo so..ma so tante altre cose..so di quello che mi hai insegnato..so che se sono cosi' oggi lo devo solo al una persona..a te!
So che se mi chiamano Alfina,se ti vedono nei miei occhi,nei miei gesti,nelle mie parole..tu vivi in me!
Mi hai insegnato il dono piu' grande che si possa insegnare:a credere nella vita!
Questo dono e' morto con te,non riesco piu' a crederci,non ce la faccio..
Tu invece,mamma,ci hai creduto fino all'ultimo.
Ho perso con te il mio faro,la mia guida,mi sono persa..
Tu mi hai insegnato a credere nei sogni,mi dicevi:"I sogni sono il motore della vita,ti portano piu' in la,tu vali tanto Sara,tu devi andare piu' in la!
Ora non sogno piu'..
Tu hai sempre creduto nella vita,credevi nel prossimo,avevi fiducia nella gente,mi dicevi che non esistono brave e cattive persone ma che c'e' del buono in ognuno di noi che bisogna tirare fuori..
Credevi e mi dicevi sempre che bisognasse aiutare gli altri senza pretendere o chiedere nulla in cambio perche' cosi' mi sarei sentita una persona migliore.
Credevi nello studio,nell'impegno,nella fatica che verra' un giorno ripagata.
Credevi nella famiglia,sapevi di essere amata.
Credevi in Dio,ne parlavamo spesso.
Mi hai insegnato a ridere,a te piaceva tanto ridere e far ridere ma mai per argomenti banali.
Mi hai insegnato a guardare oltre l'apparenza:"Oltre cio' che vedi c'e' tanto altro ancora da veder,non fermarti all'apparenza perche' il meglio sta li' dove non tutti riescono a coglierlo".
Ti piaceva cucinare per noi,per i nostri amici,avere la casa piena di gente,le mangiate in compagnia,in mezz'ora mettevi su un pranzo per 50 persone..
Mi hai insegnato che se non sto bene nel posto dove vivo,se voglio un mondo migliore,devo partire da me.
A te piacevano i bambini,gli animali,il mare.
Ti piaceva truccarti di verde,dicevi che ti risaltavano di piu' gli occhi!
Eri sempre bellissima e lo sei stata fino alla fine,anche con un semplice paio di jeans e una t-shirt.
Tutti si ricordano di te come una persona elegante e sempre in ordine ma non sanno mamma che ti bastavano 5 minuti per eesere pronta,che la bellezza che tutti vedono sei tu..non quello che indossi ma quello che hai dentro,che ci hai dato e che ancora avevi da dare..
Te ne sei andata troppo presto mamma,avevamo tante cose ancora da fare insieme e ora non ci sei piu'..e non conoscerai mai i miei figli ma loro conosceranno te..te lo prometto!tu sei in me,tu vivi in me..
Ti amo ogni istante di piu'!

martedì 6 aprile 2010

Colomba Pasquale


Per il primo impasto
  • 25 gr di lievito di birra
  • 125 gr zucchero
  • 100 gr tuorli
  • 190 gr acqua
  • 135 gr burro morbido
  • 500 gr farina manitoba
Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida,aggiungere lo zucchero e meta' dei tuorli.
L'ideale sarebbe lavorare con un impastastrice a gancio,io non avendola l'ho fatto a mano..un po' piu' faticoso ma va bene cmq..
Quando i torli saranno ben assorbiti aggiungere la farina e i retsanti tuorli.
Unire il tutto e alla fine aggiungere i restanti tuorli.
Lasciate lievitare l'impasto 12 ore (o piu',l'importante e' che non sia di meno).
Per il secondo impasto
  • 125 gr zucchero
  • 10 gr miele
  • 50 gr acqua
  • 100 gr tuorli
  • 250 gr farina 00
  • 8 gr sale
  • 125 gr burro
  • aromi (io ho usato la vaniglia)
  • 250 gr di gocce di cioccolato
Aggiungere al primo impasto zucchero,miele,acqua e meta' dei tuorli.
Dopo qualche minuto aggiungere la farina e lavorare fino a quando non sara' ben assorbita e unire i restanti tuorli.
Se avete lavorato bene l'impasto non si attacchera' alle dita.
Lasciate riposare l'impasto per un oretta in forno spento con la luce accesa.
A questo punto mettere l'impasto negli stampi (questa dose e' sufficiente per riempire 2 stampi da 1 kg) e far lievitare 5 ore sempre in forno spento con la luce accesa.
Alla fine delle 5 ore l'impasto avra' raggiunto il bordo dello stampo.
Infornare a 180° per 1 ora,a meta' cottura coprite la superficie perche' tendera' a scurirsi molto.
Fatto questo lasciarla raffreddare.
Per la copertura
  • cioccolato fondente
  • olio di semi
Far sciogliere a bagnomaria il cioccolato con un po' di olio di semi e colarlo sulla superficie della colomba.
E' il primo anno che faccio la colomba e devo dire che sono rimasta davvero soddisfatta del risultato,ho ricevuto tantissimi complimenti..
Grazie a Raff per la ricetta.


venerdì 2 aprile 2010

Vanilla Cupcakes


  • 115 gr burro morbido
  • 130 gr zucchero semolato
  • 3 uova
  • 60 ml di latte
  • vaniglia
  • scorza di limone
  • 1 cucchiaino 1/2 di lievito
  • un pizzico di sale.
Battere a crema il burro con lo zucchero,con uno sbattitore elettrico per almeno 5 min.
Aggiungere le uova una alla volta avendo cura che siano ben incorporate.
Aggiungere l'aroma di vaniglia.
A parte setacciare la farina,il sale e il lievito e aggiungerli all'impasto.
In ultimo aggiungere a filo il latte.
Andranno cotti in forno gia' caldo a 180° per 20 min.
Grazie a Raff per questa ricetta.

Risotto ai funghi in cestino di parmigiano


PER IL RISOTTO
  • Riso per risotti
  • Funghi porcini tagliati a tocchetti
  • Cipolla
  • Panna da cucina
  • Dado
  • 1 bustina zafferano
  • Vino bianco
PER IL CESTINO
  • Parmigiano
Facciamo prima il cestino.Ci servira' una padella antiaderente consicerando che il cestino sara' grande come la base della padella.
Grattuggiare il parmigiano e mettere un po' sulla base della padella gia' calda.
Appena sara' sciolto togliere dal fuoco e solo quando smettera' di friggere prenderlo con le mani e appoggiarlo su una tazza capovolta per dare la forma di un cestino.
Far indurire.Ci vorra' una mezz'oretta.
Nel frattempo prepariamo il risotto.
Far imbiondire la cipolla con un cucchiaio di olio evo,quando iniziera' a soffriggere buttare dentro i funghi e spruzzare di vino bianco,far evaporare.
A questo punto mettere dentro il riso e far tostare,cuocerlo diluendo all'occorrenza con del brodo fatto con il dado che sara' mantenuto caldo sul fornello.
Appena pronto inserire la panna e lo zafferano e girare con un cucchiaio di legno per far amalgamare il tutto.
Servire con cestino di parmigiano e un ciuffo di prezzemolo.

giovedì 1 aprile 2010

Sorbetto al limone


  • 3 limoni non trattati
  • 200 gr zucchero
  • 1/2 litro acqua
  • 1 albume
  • 1 cucch. zucchero a velo
Mettere in un contenitore l'acqua,le bucce dei limoni e lo zucchero.Lasciare in infusione per 3-4 ore.
Togliere le bucce dal contenitore.Spremere il succo dei limoni,filtrarlo e aggiungerlo al composto.
Mettere in congelatore per 10-12 ore.
Trascorse queste tagliare a quadrotti e mettere il sorbetto nel tritatutto.
Nel frattempo,a parte,montare l'albume con lo zucchero a velo e unire al composto.
Mettere in congelatore fino a che non si sara' solidificato e passare nuovamente nel tritatutto.
Procedere cosi' altre 3 volte per rompere i cristalli che si vengono a creare in freezer,cosi' facendo risultera' sempre morbido e pronto per essere servito.

Torroni al cioccolato


  • nocciole 800 gr
  • nutella 800 gr
  • zucchero a velo 2 cucchiai
  • cioccolata fondente 800 gr
  • liquore un bicchierino
Tostare le nocciole in forno per qualche minuto e macinarle non troppo fini.
A parte riscaldare la nutella.
Unire nocciole e nutella,aggiungere poi liquore e zucchero a velo qb.
Formare con le mani delle palline e lasciar asciugare un paio d'ore.
Sciogliere il cioccolato fondente e immergere le palline.
Lasciar asciugare.
Grazie a mia suocera Enza per questa ricetta.

Pasticcini di frolla



  • 150 gr burro
  • 75 gr zucchero a velo
  • 1 uovo intero
  • 225 gr farina 00
  • 1/2 cucchiaino di lievito
  • un pizzico di sale
  • aromi (vaniglia,limone)
Accendere il forno a 250°.

Montare il burro ammorbidito con lo zucchero a velo con le fruste per almeno 5 min,aggiungere uovo e aromi.

Mescolare farina,lievito,sale e aggiungerli al composto.

Con il sac-a-poche dare ai biscotti la loro classica forma.

Mettere in forno e abbassare la temperatura a 200°.Cuocere per 10 min.

Se si volesse dare ai biscotti un tocco in piu' sciogliere del cioccolato fuso e immergere dentro i biscotti.

Partecipo al contest



Chiacchiere di Carnevale


CHIACCHIERE CLASSICHE
  • 400 gr farina
  • 80 gr zucchero
  • 2 uova
  • 50 gr burro fuso
  • 1 tazzina vino bianco
  • buccia di 1 arancia
  • un pizzico di sale
  • zucchero a velo
CHIACCHIERE AL CIOCCOLATO
  • 500 gr farina
  • 100 gr zucchero
  • 50 gr cacao in polvere
  • 3 uova
  • 150 gr zucchero
  • 1 bustina lievito
  • 1 bicch. vino bianco
Unire tutti gli ingredienti,si otterra' un impasto simile a una frolla.
Lasciarlo riposare,avvolto nella pellicola trasparente per 30 min in frigo.
Con la macchina per la pasta tirate una sfoglia di circa 1 mm di spessore.
Friggere in abbondante olio.
Appena fredde cospargerle di zucchero a velo.

Muffin doppio cioccolato



  • 300 gr farina
  • 200 gr zucchero
  • 60 gr burro
  • 3 uova
  • lievito per dolci
  • vanillina
  • gocce di cioccolato
  • latte qb
Unire gli ingredienti tra loro e infornare a 190° per 20 min.
Guarnire con un del cioccolato che si e' fatto fondere e a cui si e' aggiunto del burro.

Cioccolatini con latte condensato

PER I CIOCCOLATINI
  • 450 gr cioccolato fondente
  • 400 gr latte condensato
  • 60 gr burro
Sciogliere insieme sul fornello la cioccolata ed il burro.
Fuori dal fuoco unire il latte condensato e mettere negli stampini.
Far riposare in frigo per qualche ora.

IL LATTE CONDENSATO SI TROVA TRANQUILLAMENTE IN COMMERCIO.PER CHI NON DOVESSE TROVARLO RIPORTO LA RICETTA PER FARLO IN CASA.

PER IL LATTE CONDENSATO
  • 500 gr zucchero a velo
  • 375 ml latte intero
  • 45 gr burro
  • vanillina
Mettere tutti gli ingredienti in un pentolino e portare a ebollizione.
Far bollire per 10 min.
Trascorsi questi travasare e lasciar freddare.




Pane siciliano


  • farina rimacinata di semola di grano duro
  • lievito di birra 1 cubetto
  • acqua
  • sale
LA SERA PRIMA
Mettere sul fuoco una pentola con dell'acqua,non dovra' bollire ma solo riscaldare.
Mettere in un bicchiere un po' d'acqua riscaldata e sciogliere il cubetto di lievito.
Impastare un kg di farina con il lievito e acqua quanto basta.
Il lievitino dovra' avere una consistenza molle e lievitare un minimo di 12 ore.


IL MATTINO DOPO
Mettere a scaldare ancora una volta sul fornello dell'acqua.
Prendere il lievitino e ammorbidirlo con dell'acqua.
A questo punto aggiungere farina e sale ricordandosi che andranno aggiunti 2o gr di sale per kg di farina e che per ogni kg di farina che si aggiunge si otterra' il doppio del peso di pane.Ad esempio se in questa fase aggiungiamo 3 kg di farina otterremo 6 kg di pane.
Disporre ora la farina sul piano di lavoro e lavorare il pane dando la forma desiderata.
Cuocere in forno pre-riscaldato alla max potenza fino a doratura.
Questo pane si presta bene a diversi tipi di varianti sia come forma che sapore,si puo' aromatizzare a piacere..Io ad esempio lo faccio al rosmarino,alle olive..ma volendo si puo' fare anche al peperoncino..perche' no?!sbizzarire la fantasia!
Grazie a zia Rosanna per la ricetta!

Crostata alla nutella


PER LA FROLLA
  • burro 100 gr
  • farina 300 gr
  • 1 limone
  • 2 uova (1 intera- 1 tuorlo)
  • 150 gr zucchero
  • vanillina
  • nutella
Disporre la farina a fontana,al centro mettere il resto degli ingredienti (il burro deve essere freddo e tagliato a cubetti.
Far riposare in frigo per 30 min.
Ricoprire una tortiera,spalmare sopra l'impasto la nutella e ricavare dai ritagli delle striscioline che disporrete sulla superficie.
Cuocere in forno gia' caldo per 30-40 min.

Torta di San Valentino


PAN DI SPAGNA
  • 10 uova
  • 250 gr zucchero
  • 250 gr farina

Sbattere le uova intere con lo zucchero per almeno 15 min con uno sbattitore elettrico.
Unire la farina setacciata.
Infornare a 180° per 40 min.
Il pan di spagna per essere farcito necessita di almeno una notte di riposo.


CREMA CHANTILLY
  • 500 gr latte
  • 1 limone
  • 160 gr zucchero
  • 4 tuorli
  • 70 gr farina
  • vanillina
  • 250 gr panna liquida non zuccherata
  • un pizzico di sale

Portare il latte a ebollizione con la scorza del limone,meta' dello zucchero,la vanillina e il sale.
Sbattere i tuorli con il restante zucchero e unire a questi la farina setacciata.
Aggiungere il composto al latte e portare ad ebollizione.
Lasciar riposare e unire la panna montata.

CIOCCOLATO FONDENTE 70% E WAFER PER DECORARE.


Rotolo alla nutella

PER LA BASE
  • 75 gr farina
  • 75 gr zucchero
  • 4 uova (4 tuorli - 3 albumi)
  • 20 gr burro
PER IL RIPIENO
  • nutella
Montare i tuorli con lo zucchero per 5 min,aggiungere la farina setacciata.
A parte montare gli albumi con 2 cucchiaini di zucchero.
Sciogliere il burro.
Unire i 2 impasti ma tenendo da parte un po' di neve.
Con questa fissare la carta forno ai 4 lati della teglia.
Cuocere in forno gia' caldo a 225° per 7 min.
Trascorsi questi coprire con un canovaccio e rovesciare la teglia,arrotolare il canovaccio.
Appena il rotolo si sara' raffreddato spalmare di nutella e arrotolare.Spolverizzare con zucchero a velo.



mercoledì 31 marzo 2010

Crostata alla marmellata di fragole

PER LA FROLLA
  • burro 100gr
  • farina 300gr
  • zucchero 150 gr
  • scorza di 1limone
  • uova 2 (1 intera- 1 tuorlo)
  • vanillina


Fare la fontana con la farina e amalgamare tutti gli ingredienti,il burro deve essere freddo e tagliato a cubetti.
Avvolgere l'impasto nella pellicola traparente e far riposare in frigo per mezz'ora.

PER LA CONFETTURA DI FRAGOLE
  • 1 kg fragole
  • 570 gr zucchero
  • 1 limone
Lavare le fragole e metterle in un insalatiera con la scorza e il succo del limone.

Sciogliere lo zucchero in mezzo bicchiere d'acqua e far bollire per 5 min.

Versare lo sciroppo sulle fragole e attendere 1 ora
Cuocere a fiamma alta,schiumando spesso per circa 40 min

Invasare caldo.

COMPOSIZIONE DEL DOLCE

Stendere la pasta frolla in una tortiera avendo cura di livellare bene i bordi.

Con una forchetta bucherellare il fondo.Cuocere in forno gia' caldo a 180° per 40 min.

Una volta cotta stendere la confettura sulla base di pasta frolla e disporre a piacimento le fragole tagliate a meta' (facoltativo).

Per rendere lucido il dolce spennellare con della gelatina in gel.